Browse Category: Scuola

Come Preparare l’Esame di Diritto Fallimentare – Consigli Utili

L’esame di diritto fallimentare è assai impegnativo per la vastità della materia ed il collegamento della disciplina con altre branche, come quelle del diritto civile e del diritto commerciale. Questa guida ti indica come arrivare alla prova d’esame con la migliore preparazione possibile.

Prima di cominciare con lo studio del diritto fallimentare, riguarda i concetti fondamentali di diritto privato e di diritto commerciale. Procedi, se hai poco tempo a disposizione, anche con un compendio nel ripasso, basta che alla fine ti siano chiari almeno i concetti principali. Poni particolare attenzione al regime di responsabilità che caratterizza i vari tipi di società ed alle relative differenze tra gli stessi.

Segui le lezioni del professore e, se non puoi frequentarle, fatti prestare gli appunti da altri studenti del corso. Prepara con attenzione i testi che vengono consigliati e gli appunti delle lezioni. Recati presso le sedute d’esame precedenti la tua prova, in quanto così ti rendi conto delle domande e del livello di approfondimento richiesto.

Non saltare parti del libro e, quando vengono citate delle sentenze, è utile leggerle attentamente ed analizzare anche la dottrina che si è formata a riguardo. Impara a memoria le definizioni principali e più ricorrenti, in quanto in sede d’esame questo denota preparazione ed impegno. Se hai dei dubbi chiedi all’insegnante od agli assistenti.

Come Preparare l’Esame di Diritto Amministrativo – Consigli Utili

L’esame di diritto amministrativo è una delle prove più importanti, specialmente nelle facoltà di Scienze Politiche e di Giurisprudenza. Risulta essere importante prepararlo al meglio perchè, una volta conseguita la laurea, è una materia richiesta nei concorsi e nelle prove per l’abilitazione professionale di avvocato, notaio e commercialista. Questa guida indica come prepararlo nel migliore dei modi.

L’esame di diritto amministrativo ha inevitabili collegamenti con il diritto pubblico ed il diritto costituzionale. Prima di cominciare lo studio della materia, devi avere ben presenti i concetti più importanti riportati dalla Costituzione ed i principi generali del funzionamento della Pubblica Amministrazione. Informati se la frequenza al corso è obbligatoria. Se ne hai la possibilità, ti consiglio comunque di frequentare, potrai farti così un’idea su cosa punta il docente.

Leggi inizialmente il libro od i libri che sono richesti per la preparazione dell’esame. Mentre procedi nella lettura usa dei post it o segnati su un blocco notes i vari collegamenti che si possono formare tra le varie argomantazioni. Il codice di diritto amministrativo, riportante le principali leggi e sentenze, può esserti molto utile.

Dopo una prima lettura, studia con attenzione tutte le argomentazioni. Se ne hai il tempo, soffermati anche sulle note e sulle diverse interpretazioni degli studiosi. Se l’esame consiste in una prova scritta, chiedi al Dipartimento della Facoltà competente di prendere visione delle prove precedenti. Qualora l’esame è orale, ti consiglio di assistere a qualche prova.

Come Studiare in Modo Efficace

Con un organizzazione e metodo, puoi giungere senza troppa fatica ad ottenere ottimi risultati. Te lo spiego in pochi e semplici passi.

Come prima cosa, devi valutare quanto tempo hai a disposizione: in base a questo, scorrendo rapidamente il materiale da studiare, preparati una scaletta giornaliera che ti consenta di arrivare al giorno dell’interrogazione o dell’esame senza aver lasciato indietro nessun argomento. Nel fare la scaletta, prevedi un paio di giorni, quelli immediatamente prima dell’interrogazione o dell’esame, per ripassare tutto il programma. Mi raccomando, è importante che tu ti imponga di seguire la scaletta giorno per giorno: sgarrare ti potrebbe portare ad accumulare parti di programma che poi potrebbe essere difficile recuperare, compromettendo la tua preparazione.

Inizia con una prima lettura e sottolinea le parti che ritieni più importanti, eventualmente con evidenziatori di colori diversi per aiutarti a ricordare anche grazie alla memoria fotografica. Se ci sono parti che non capisci, non saltarle: fai una breve ricerca su Internet e cerca di rendertele più chiare, oppure chiedi chiarimenti ai compagni o direttamente al professore. Integra gli appunti presi in aula con i libri di testo: spesso solo gli appunti non bastano.

Ogni volta che termini di leggere e sottolineare un argomento, ripetilo ad alta voce, cercando di farlo autonomamente e senza guardare gli appunti. Se trovi qualcuno che ti possa aiutare, ascoltandoti e correggendoti all’occorrenza, otterrai dei risultati ancora migliori. Se devi memorizzare delle formule, esercitati a riscriverle su dei fogli di brutta copia: ti aiuterà a ricordarle meglio. Se ne senti l’esigenza, puoi realizzare, su un quaderno a parte, degli schemi riassuntivi, che ti potranno essere utili in fase di ripasso finale e per focalizzare i concetti maggiormente importanti.

Come Studiare un Capitolo di Italiano o di Storia Velocemente

Devi andare all’interrogazione e non sai come fare? Cerchi il metodo di studio ideale per studiare anche capitoli lunghi nel più breve tempo possibile? Ecco la guida che fa per te: imparerai a schematizzare velocemente i capitoli di storia e italiano e studiare in poco tempo.

Sei davanti ad un capitolo di storia, italiano, geografia o altro e non sai come studiarlo? Hai una mole enorme di studio e non sai come smaltirlo? Ecco la guida che fa per te. Innanzitutto è necessario armassi di evidenziatori colorati, che serviranno per sottolineare le cose importanti del capitolo da dover necessariamente ricordare.

Leggete attentamente il capitolo e sottolineate con un evidenziatore tutto ciò che ritenete importante, andando avanti fino alla fine del capitolo. Gli eventi principali, i nomi dei protagonisti, le date, le cause che hanno portato ad un determinato evento storico o letterario e gli effetti di ciò che state studiando.

Una volta sottolineato, tornate indietro e fate una piccola mappa concettuale, su quaderno o al lato del libro, mettendo i nomi e le date importanti e tutto ciò che dovete ricordare. Ciò vi aiuterà a memorizzare molto più facilmente. Infine ripetete almeno due o tre volte l’argomento per acquisire una buona padronanza di linguaggio e ovviamente dell’argomento.

Come Verificare se un Numero è Divisibile per Sette Velocemente

n questa guida verrà spiegato come riuscire a capire velocemente e facilmente, se un numero è divisibile per il numero sette. Questo procedimento risulta essere molto utile quando si fanno dei calcoli a mente e si vuole verificare la correttezza di essi.

I criteri di divisibilità in genere, sono molto semplici, sia da ricordare che da applicare, eppure il criterio di divisibilità per il numero sette è uno dei più laboriosi, ma non è nulla di cui spaventarsi. Basta seguire attentamente questi passi e allenarsi un poco e si può notare come diventa semplice. Per maggiori informazioni sull’argomento è possibile vedere questa guida sui criteri di divisibilità sul sito Matematicasemplice.net.

Un numero con due o più cifre, è divisibile per il numero sette se la differenza, in valore assoluto (ovvero il numero eventualmente diventa positivo), del numero ottenuto, escludendo la cifra delle unità, e il doppio della cifra delle unità, è uguale zero, è uguale a sette o è un multiplo di sette.

Effettivamente sono un mucchio di parole che possono far rimanere attoniti, proviamo a spiegare cosa significa con un esempio numerico. Dunque, prendiamo il numero 91, esso ha come unità il numero 1 e come decine il numero 9. Calcoliamo il doppio dell’unità 2×1=2, adesso effettuiamo la sottrazione tra la decina e l’unità 9-2=7. Poiché il numero è il numero 7, il numero 91 è divisibile per 7.

Molto semplice.