Come Fare Innesto su Ciliegio

Se vuoi provvedere tu stesso a far sì che il tuo albero di ciliegio produca ottimi frutti, devi innestarlo. Questo procedimento è molto delicato, ma se riesce avrai delle belle soddisfazioni. In primo luogo bisogna sapere a che cosa serve un innesto: si può innestare il ramo di un albero dai frutti di qualità in un ramo di un altro albero che non fornisce affatto frutti o li fornisce di qualità scadente.

L’operazione, come vi ho scritto è molto delicata, ma se non ci si prova non si riuscirà mai ad avere risultati, quindi procedete così, per prima cosa, vi occorre un rametto dell’albero dai frutti buoni, tagliato a zeppa utilizzando un innestatrice. Se non si dispone dello strumento, è possibile fare riferimento a questo articolo sull’innestatrice manuale su Migliorescelta.com. Successivamente, si taglia allo stesso modo un incasso in un ramo dell’albero dar innestare.

L’incasso deve essere tagliato in maniera tale da far combaciare perfettamente le due parti tagliate, a questo proposito, occorre un coltello molto affilato, adatto e specifico per questo genere di lavori. Il nuovo rametto, immesso nel taglio del secondo albero, deve essere ben stretto anche con dei lacc o raffia.

A questo punto, dovete attendere la nascita dei germogli. Se ha funzionato bene il vostro innesto, il nuovo ramo produrrà frutti di qualità, altrimenti, dovete ripetere l’operazione con maggiore cura e precisione nel taglio e nella giuntura successiva. In ogni caso, se conoscete un contadino, chiedete specifiche informazioni.

Come Preparare Tagliatelle al Cacao

Se apprezzate il cacao e, oltre che nel dessert, vorreste gustarlo anche in altre portate, vi consiglio di preparare questo piatto molto fantasioso, particolare e gustosissimo, che lascerà in estasi il vostro palato sopraffino.

Occorrente
250 gr di farina
2 uova
35 gr di cacao amaro in polvere
0,2 dl di olio extravergine d’oliva
Sale
330 gr di mascarpone
150 gr di noci tritate
70 gr di Grana grattugiato
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
Sale
Pepe

Mettete tutti gli ingredienti in una ciotola molto grande e mescolate energicamente con entrambe le mani, formando un impasto omogeneo e liscio. Dopo aver messo l’impasto su di un piano infarinato, continuate a lavorarlo manualmente. Fate riposare la pasta al coperto per circa un’ora, in modo che si compatti un po’.

Trascorso questo tempo, sempre su di un piano infarinato, tirate la pasta prima con il matterello, poi passandola nella macchinetta tirasfoglia. Lasciate asciugare le tagliatelle così ottenute su di un canovaccio. Nel frattempo, mettete in una padella l’olio e, quando è caldo, aggiungete le noci tritate, facendole dorare a fuoco vivo per qualche minuto.

Abbassate la fiamma e aggiungete il mascarpone, il sale e per ultimo il pepe; mescolate con cura con un cucchiaio di legno. Dopo circa due minuti, togliete dal fuoco. Cuocete le tagliatelle in abbondante acqua salata e, quando sono al dente, scolatele e conditele con la salsa al mascarpone, con il grana e con qualche cucchiaiata dell’acqua di cottura.

Come Preparare Scaloppine al Prezzemolo

La ricetta che vi propongo è molto saporita e buona, ma la cosa che sorprendente di più è la semplicità, è una ricetta che ha pochi ingredienti semplici: carne di vitello, limone, prezzemolo e vino bianco, un secondo di carne tipico della Lombardia.

Occorrente
8 fette di noce di vitello (600 g in tutto)
100 ml di vino bianco secco
100 ml di brodo di carne
80 g di burro
40 g di farina
1 limone
Abbondante prezzemolo
Sale

Per prima cosa prendere le fettine di carne e batterle con il batticarne, mettere un pò di sale e passarle nella farina. Far sciogliere 50 g di burro in una padella abbastanza capiente e mettere le fettine di carne infarinate. Far rosolare da entrambi i lati, una volta che la carne sarà ben dorata levarla e metterla in una recipiente, tenendole al caldo. Con il burro e quindi il fondo di cottura prepareremo il sugo.

Nella padella dove c’è il fondo di cottura mettere il vino bianco e far evaporare. Una volta che il vino sarà evaporare versare il brodo di carne e il restante burro. Far sciogliere bene il burro. Se preferite potete aggiungere al brodo delle scorze di limone. è importante che il limone venga lavato bene, anzi se si decide di mettere la scorza nella preparazione scegliere un limone biologico.

Aggiungere il restante burro al brodo e una volta che il sugo sarà ristretto, levare la buccia di limone se si è scelto di metterlo, e aggiungere il succo del limone. Far mescolare bene il tutto. Sistemate le fettine di carne su un piatto da portata e cospargere di prezzemolo tritato finemente. Con un cucchiaio versare il sugo sulla carne e servire.

Cosa Vedere a Srinagar

La città di Srinagar è situata la centro della valle del Kashmir, sulle riva del fiume Jhelum. Srinagar è una città di estrema bellezza paesaggistica, con i suoi laghi, i lussureggianti giardini e la meravigliosa bellezza dei paesaggi, questa città indiana è un luogo da vedere. Ecco come visitare questo capolavoro della natura.

All’estremità orientale della città troverai il Lago Dal è sicuramente l’attrazione turistica più popolate a Srinagar, famoso per le sue barche casa, questo lago è un vero spettacolo per gli occhi. Questo lago è anche ideale per fare sport acquatici come il surf, il nuoto, il canottaggio e la pesca, ed è il luogo ideale per rinfrescarsi e rilassarsi immersi nella bellezza della natura.

Un’altra attrazione della città sono i Giardini Mughal. Questi antichi giardini, che troverai sul lato orientale del lago Dal, sono ancora come una volta con i loro giardini pensili, bellissime fontane e fiori e piante rare. Il giardino di Shalimar è sicuramente quello più popolare, ideale da vedere in primavera e durante l’autunno periodi nei quali è al massimo del suo splendore.

Se apprezzi i parchi selvatico, allora non potrai perderti Dachigam National Park, situato a 20 km da Srinagar, Dachigam Park ospita leopardi, orsi bruni himalayani e i rari Hanguls (una specie minacciata di cervo) e centinaia di uccelli. Considera per che Dachigam National Park rimane chiuso tra i mesi di gennaio e quelli di aprile.

Cosa Vedere a Siviglia

Se ti va di visitare una città europea di grande fascino, non perderti Siviglia, capitale dell’Andalusia. Risulta essere una città che offre molto, a cominciare dal clima che è sempre mite. E’ bello passeggiare per le vie di Siviglia perchè si respira molto della storia e del folclore della Spagna.

Se sei in visita a Siviglia solo per due giorni, ti consiglio di vedere i monumenti di maggior interesse, tra cui sicuramente spicca la Cattedrale. Essa si trova nel quartiere di Santa Cruz e fu costruita nel 1401 sulla Moschea Maggiore di Siviglia del XII secolo. Di stile tipicamente arabeggiante rimane infatti la famosa Giralda, l’antica torre che oggi misura 100 metri di altezza.

A fianco della cattedrale, visita poi gli Alcazares Reales, i palazzi reali caratterizzati da una molteplicità di stili e di decorazioni. Dai palazzi potete accedere ai Giardini dell’Alcazar, di stile arabo, con terrazze a forme geometriche e fontane con straordinari giochi d’acqua. In serata cenate presso un ristorante caratteristico dove poter gustare le varie specialità di pesce, quali per esempio le tortillas de camarones o le pavias di pesce.

Il secondo giorno recati a Plaza de Espana, lungo l’ Avenida Isabel de la Catolica, uno degli spazi architettonici più caratteristici della città. E’ una piazza a forma di semicerchio con un canale e quattro ponti. Risulta essere decorata con mattoni, marmo e ceramica e si trova nel Parco di Maria Luisa. Per concludere vai all’Arenal, il quartiere torero per eccellenza e uno dei quartiere sivigliani con più tradizioni.