Come Realizzare un Portavivande

Oggi sul mercato sono disponibili portavivande di tutti i tipi, compresi quelli che mantengono la temperatura. Relativamente a questo modelli avanzati è possibile vedere questo sito sui portavivande, oggi proponiamo una soluzione alternativa per risparmiare.

Realizzare uno stupendo portavivande in tessuto è semplicissimo. All’interno delle sue capienti tasche potrai inserire i tuoi piatti con le pietanze che devi trasportare, magari quando fai un picnic. Risulta essere ideale per portare dolci o torte che potrebbero schiacciarsi o danneggiarsi, o teglie con pietanze molto calde senza scottarti. In questa guida ti spiego come realizzarlo.

Comincia a preparare i manici del portavivande tagliando dal tessuto in cotone due strisce lunghe ottanta centimetri e larghe quindici. Piega a metà per la lunghezza le due strisce e cucile a macchina a rovescio, dal lato lungo, lasciando aperti i due lati corti di ciascuna striscia. Taglia un rettangolo di lino lungo ottanta centimetri e largo sessanta. Poggialo sul piano di lavoro; su i due lati corti sistema all’interno i due manici con le estremità che fuoriescono e fissali con gli spilli.

Taglia un rettangolo di tessuto di cotone lungo ottanta centimetri e largo sessanta, i colori e la fantasia sceglili a tuo gusto; posizionalo sul rettangolo di lino con il rovescio all’esterno. Fissa tra loro i due rettangoli con gli spilli poi cucili lungo i due lati lunghi. Quando li avrai chiusi togli gli spilli che fermano i manici cercando di non spostarli e cuci anche i due lati corti del rettangolo. Lascia solo una piccola apertura che ti consentirà di rivoltare la stoffa.

Dopo aver rivoltato la stoffa richiudi l’apertura con dei punti nascosti. Ora gira verso il centro i due lati più corti del rettangolo, quelli dove ci sono i manici: non si devono unire al centro, quindi lascia tra loro una distanza di circa cinque centimetri. Questa apertura ti consentirà di inserire la teglia o il piatto. Cuci sul diritto solo i due i lati corti di ciascun rettangolino che hai realizzato, formando così due piccole tasche.

Come Realizzare Spighe Segnaposto

In questa breve guida imparerete a realizzare delle simpatiche spighe segnaposto. La procedura che porta alla creazione di questo oggetto non è per nulla difficile: basta infatti seguire i passi qui riportati per ottenere un risultato perfetto. Questa composizione, inoltre, può essere utilizzata come bomboniera.

Per prima cosa procuratevi tre grosse spighe di grano e fatele seccare. Potete procurarvele sia in campagna, tramite qualche contadino, e sia nei negozi specializzati in decorazione e bricolage. Legate le spighe tra loro con un sottile nastrino colorato. Nono stringete troppo il nodo altrimenti i gambi delle spighe risulteranno deformati. Prendete le forbici e tagliate i tre gambi alla stessa lunghezza.

Ora, sempre in un negozio di bricolage, acquistate dei fiorellini secchi di varie forme e colori. Prediligete comunque colori, forme e dimensioni che si adattino alle spighe di grano. Collocate un goccio di colla a caldo sui gambi delle spighe e poggiatevi poi i fiorellini secchi. Per maggior sicurezza legate i fiori ai fusti del grano con un nastrino colorato, magari utilizzando un colore diverso da quello precedente.

A questo punto aggiungete un tulle, che avrete piegato a forma di fiore, come riportato nella figura che segue. Legate il tulle ai gambi delle spighe con un ultimo nastrino colorato. Al posto dei fiori secchi potete utilizzare fiori finti in materiale plastico. In questo caso l’aggancio alle spighe di grano risulterà più semplice in quanto i fiori finti sono dotati di un fusto in filo di ferro: basta avvolgere tale fusto attorno alle spighe e il gioco è fatto. In entrambi i casi non dimenticate i nastrini, in quanto svolgono una importante funzione decorativa.

Come Realizzare Stelline Decorative

Per realizzare delle belle e colorate stelline decorative, da appendere dove preferite, occorre procurarsi i materiali necessari e leggere le istruzioni tecniche qui elencate. Si tratta di creare dei piccoli decori creativi, che arricchiranno di gusto e allegria la vostra casa.

Per iniziare colorate col colore acrilico dorato o argentato, una sfera di polistirolo, della dimensioni di circa 3 cm di diametro, e lasciate asciugare bene. Dopodiché, sulla carta crepla dorata o argentata, riportate con una matita appuntita e la carta copiativa, la sagoma della stellina da creare. Poi con l’aiuto del compasso, tracciatevi al centro un cerchio.

La grandezza del cerchio al centro della stella, dipende dalla grandezza della pallina di polistirolo. Dopo aver ritagliato con le forbici, la sagoma stellata con foro centrale, occorre ritagliare sempre dalla carta crepla bianca, tre dischetti per fare i particolari del viso della stellina. A questo punto, con un po’ di colla a caldo, fissate la palla di polistirolo al centro della stella di carta crepla.

Per finire, una volta che la stella si sarà asciugata, decorare la vostra stella, incollando al posto degli occhi due cerchi bianchi e uno al posto del naso. Quindi, completate il vostro decoro, tracciando i particolari degli occhi e della bocca, col pennarello nero sottile. Infine, fissate in cima un cordino in tinta, per poter appendere la vostra stellina. Analogamente create altre stelle decorative, di colore e dimensione differente.

Come Realizzare Disegni Ramificati

Le vie dell’arte sono infinite. Per essere dei veri artisti non c’è certamente bisogno di essere di avere fatto studi particolari, basta anche una semplice cannuccia e del colore a tempera! Ovviamente si scherza, ma è pur vero che da un semplice hobby possono venir fuori delle vere e proprie opere d’arte.

Prendete un foglio di carta della dimensione che preferite,ma che sia ruvido e abbastanza spesso,dei colori a tempera e dell’acqua. Adesso, prendete colore a tempera e diluitelo con acqua fino a renderlo abbastanza liquido, ma nello stesso tempo, anche denso. Adesso procedete nel modo seguente.

Versate una buona quantità di tempera diluita con l’acqua sul foglio, possibilmente al centro del foglio, o comunque un po’ lontano dai bordi per evitare che si combini un pantano facendola uscire fuori dal foglio e sporcando così tutto il tavolo di lavoro. Una volta versata la tempera diluita, prendete una cannuccia.

Con la punta della cannuccia, avvicinatevi alla macchia di tempera diluita e cominciate a soffiare pian piano spostandovi verso l’alto, verso il basso a destra e a sinistra. Ricaverete un bellissimo effetto di groviglio, come fossero rami di rovo. Appena finito, aspettate che asciughi perfettamente prima di alzare il foglio. Una volta che avete preso pratica, potete realizzare delle bellissime tele.

Come Accendere il Camino

Purtroppo non tutti sono molto pratici ad accendere il camino. A tal proposito, per evitare di creare degli incidenti, ti consiglio di leggere la mia guida nella quale ti darò dei consigli molto utili che ti permetteranno di accendere il camino velocemente.

La prima cosa che dovrai necessariamente fare per potere accendere il camino, è sicuramente quello di procurarti tutto il materiale necessario per riuscire in questa impresa. Dopo aver fatto questo dovrai sistemare al centro del camino la carta appallottola che avrai creato con dei vecchi giornali.

Dopo aver fatto questo dovrai mettere sopra la carta, del cartone e della legna secca come quella delle cassette della frutta. Successivamente dovrai inserire i pezzi di legna da ardere, mettendo prima i più piccoli e poi i più grandi. A questo punto con un grande foglio di giornale accartocciato, dovrai formare una miccia accendendola alle due estremità con dei fiammiferi.

Successivamente dovrai avvicinare la miccia ai fogli di giornale precedentemente appallottolati e lasciare che il fuoco cominci a divampare. Se è presente uno sportello davanti al tuo camino lo dovrai chiudere. Mi raccomando ricordati di mantenerlo sempre molto vivo per evitare di doverlo riaccendere spesso.