Come Preparare Gelato con Cioccolato e Cocco

Il gelato al cocco e cioccolato bianco è una squisitezza ideale nei periodi caldi dell’anno. Questo dessert può essere servito dopo un pasto leggero, oppure come merenda ideale anche durante le cerimonie.

Non è ideale nelle diete dimagranti poiché è ricco di zuccheri.

Occorrente
4 uova
115 grammi di zucchero
600 ml di panna
115 g di cioccolato bianco
115 g di polpa di cocco a pezzetti
3 cucchiai di rum al cocco
Frutta tropicale

Mettere due uova e due tuorli con centoquindici grammi di zucchero semolato grezzo in una terrina termoresistente e sbattere bene con uno sbattitore elettrico per farli unire al meglio. Se non si dispone dello strumento, è possibile vedere questo sito sullo sbattitore elettrico per dettagli. Mettere la panna in una pentola e scaldarla a fuoco dolce, unire centoquindici grammi di cioccolato bianco e centoquindici grammi di polpa di cocco.

Fare sciogliere bene il cioccolato, poi lasciare cuocere fino ad arrivare quasi ad ebollizione. Mescolare continuamente il composto. Versare tutto questo composto sulle uova preparate in precedenza e mescolare vigorosamente. Mettere la terrina con il composto a bagnomaria e lasciare cuocere mescolando di continuo.

Quando il composto inizierà ad addensarsi, levarlo dal fuoco, filtrarlo in una terrina pulita e lasciarlo raffreddare. Montare trecento millilitri di panna con il rum, poi unirla alla crema di cioccolato fredda. Mettere il tutto in gelatiera, poi passare nel frigo la terrina col gelato e lasciare per trenta minuti. Servire accompagnato da frutta tropicale.

Come Preparare il Limoncino

n questi ultimi anni, il Limoncino è diventato famosissimo. Apprezzato per il suo gusto e il suo profumo, gradito come digestivo e come intermezzo, fa la sua comparsa in quasi tutte le nostre case.

Prepararlo da soli non è difficile e il risultato è sempre assicurato.

Occorrente
3 limoni non trattati
1/2 litro di alcool puro a 95°
500 gr di zucchero
5 bicchieri d’acqua
Un’arbanella capiente
Bottiglie decorate

Se hai la fortuna di possedere sul tuo terrazzo una bella pianta di limoni, raccogline tre belli grossi, che abbiano una buccia spessa e profumata. In mancanza della produzione propria, acquista tre limoni che non siano trattati chimicamente. Lavali con cura, utilizzando una spazzolina per liberarli da tutte le impurità, ed asciugali bene.

Con un coltello bene affilato, sbucciali prelevando solo la parte gialla della scorza. Mettili in un’arbanella e coprili con il mezzo litro di alcool puro. Lasciali in infusione per dieci giorni. Trascorso questo tempo devi prendere un pentolino in cui far bollire cinque bicchieri d’acqua con lo zucchero per 10 minuti.

Fai raffreddare l’acqua e versa il tutto nell’infusione. Filtra e imbottiglia il Limoncino ottenuto in bottiglie, che dovranno essere chiuse ermeticamente o con un tappo di sughero per evitare che l’aroma si sprigioni. Io lo conservo in frigorifero e lo servo nei bicchieri da Vodka che tengo nel congelatore.

Come Preparare il Limoncello

Conosciamo tutti il limoncello, il liquore tipico di Capri e Sorrento, ottimo da sorseggiare in compagnia di amici, ma anche per preparare sciroppi per bagnare baba’ e torte.

Il limoncello puo’ essere servito con ghiaccio, come aperitivo, ma anche come digestivo.

Occorrente
5 o 6 limoni non trattati
1/2 litro di alcool puro
1 kg di zucchero
1 litro d’acqua

Per iniziare a preparare il limoncello ti consiglio di comprare limoni non trattati.
Prendiamo i nostri limoni laviamoli ed asciughiamoli, con un coltello tagliamo finemente le buccie, facendo attenzione a non prendere anche la parte bianca, altrimenti il nostro liquore avra’ un retrogusto amarognolo.

Queste scorzette le metteremo in un barattolo con chiusura ermetica, precedentemente sterilizzato e sgocciolato, e le ricopriamo con il litro di alcool puro, e chiudiamo.
Agitiamolo, e riponiamolo in un luogo buio per due o tre giorni, ma almeno una volta al giorno non dimentichiamoci di agitarlo un po’.

Ora ci tocca sciogliere lo zucchero operazione che possiamo fare a caldo e a freddo, io preferisco a freddo, ora ti dico come si procede.
Metodo a caldo: mettiamo 1 litro d’acqua sul fuoco con 1 kg di zucchero, giriamo finchè lo zucchero non si è sciolto. Questo metodo velocizza l’operazione, ma il limoncello risultera’ un po’ torbido.

Metodo a freddo: Uniamo l’acqua e lo zucchero e mescoliamo finche’ lo zucchero non si è sciolto.

Dopo aver scelto il metodo che ti piace, uniamo allo sciroppo di zucchero il liquore, mescoliamo ben bene, e poi filtriamo con un colino dove dentro avremo aperto una garza sterile.
Mettiamo il nostro limoncello in bottiglie carine e conserviamo.
Può essere bevuto anche subito, ma è meglio se aspetti qualche giorno.

Come Preparare Dessert Bianco Rosso

Veloce da preparare, il dessert bianco rosso è un piatto originale, visto che integra al più tradizionale dessert bianco una soluzione di frutta, amarene o fragole o lamponi.

Occorrente
Mezzo litro di succo di amarene
Una stecca di cannella
30g di fecola
Un albume
Una bustina di zucchero vanigliato
5 cucchiai di zucchero semolato
Un pizzico di sale

Ecco un dessert insolito e veloce da preparare, che si può servire sia caldo che freddo. Metti in una casseruola il succo di frutta prescelto con mezzo litro di acqua, il sale e la stecca di cannella; fallo bollire piano per 10 minuti, quindi togli la cannella. Intanto stempera la fecola con poca acqua.

Uniscila al succo insieme con due cucchiai di zucchero semolato (se vuoi il dessert più dolce aumenta un poco la dose). Mescola il composto fino a che non sarà un pò addensato. A parte monta a neve densa l’albume con 2 cucchiai di zucchero semolato e quello vanigliato. Prelevalo poi a piccole dosi.

Usa, per la precedente operazione, un cucchiaio da dessert, e fallo scivolare nel succo ormai denso, formando una sorta di gnocchetti. Spegni il fuoco, lascia in infusione gli gnocchetti di spuma per 10 minuti, poi servili subito o mettili in frigo.
Ti ricordo che, per la preparazione sono necessari 20 minuti.

Come Preparare Trofie con Pancetta e Patate

La preparazione di questa ricetta molto gustosa è particolarmente semplice, nonchè veloce. Essa, infatti, richiede soli dieci minuti, oltre al tempo di lavorazione della pasta. La cottura, anch’essa molto breve, necessita di circa venti o venticinque minuti.

Occorrente
300gr di trofie
2.5dl di birra chiara
1 grossa patata a pasta gialla
60gr di pancetta in una fetta sola
1 piccolo porro
6 cucchiai di olio extravergine di oliva
Cannella
Sale, pepe

Monda il porro con molta cura, eliminando le radici e la parte verde. Lavalo sotto abbondante acqua corrente ed asciugalo con un panno da cucina. Tritalo molto finemente con l’aiuto di una mezzaluna o di un coltello da cucina molto affilato. Sbuccia la patata e tagliala a cubetti. Riduci a listarelle la pancetta.

In un tegame con l’olio fai rosolare a fuoco dolce il porro e la pancetta per pochi minuti. Unisci i cubetti di patata ed un pizzico di cannella. Lascia rosolare il tutto per circa quattro minuti, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Bagna con la birra ed insaporisci con un pizzico di sale ed una macinata di pepe.

Porta ad ebollizione e fai cuocere a fuoco vivace per dieci minuti.
Nel frattempo, lessa la pasta in abbondante acqua bollente e precedentemente salata. Scolala, lasciandola leggermente umida, quindi versala nel tegame con il condimento e falla insaporire per qualche istante a fuoco vivo, mescolando.