Browse Author: La Notte Bianca della Scuola

Come Preparare le Zucchine Ripiene

Le zucchine sono ortaggi molto usati nelle nostre cucine. Hanno un bel colore verde più o meno intenso, dal verde chiaro a quello più scuro, ci sono diverse forme, a seconda della varietà.

Si prestano in cucina per moltissime preparazioni, gustose, semplici e colorate.

Occorrente
8 zucchine
250 gr di carne di manzo tritata
100 gr di prosciutto cotto
2 cucchiai di prezzemolo tritato
1 spicchio di aglio
50 gr di formaggio grana grattugiato
1 scatola di pomodori pelati (250 gr)
1 uovo
Olio
Sale
Pepe

Eliminare le due estremità delle zucchine e, con un coltello e svuotarle dalla polpa interna.
Mettere poi in una terrina la carne, il prosciutto, metà del prezzemolo tritato, l’uovo ed il formaggio.
Riempire quindi l’interno delle zucchine con il ripieno appena preparato, premendo molto bene, ottenendole molto compatte e sode.

Farle rosolare un poco e poi disporre nel recipiente le zucchine una accanto all’altra e lasciarle insaporire.
Passare al passaverdura i pomodori pelati (o pelati o in bottiglia). Salare e pepare e cuocere a fuoco basso a recipiente coperto per circa un’ora.
Risulta essere possibile cucinarle anche al forno invece che in padella, come variante.

In questo modo, restano più leggere, dietetiche e non necessitano dei pomodori.
Dopo aver oliato una pirofila, si disporranno le zucchine una accanto all’altra (non sovrapporle) senza pomodoro. Mettere in forno già caldo per circa 40-50 minuti (dipende dalla dimensione dele zucchine) alla temperatura di 180-200 gradi circa.

Come Preparare Coppa con l’Avocado

Questa guida vi propone un semplice antipasto, o anche dessert se volete, che darà un tocco esotico alla vostra atmosfera.

Vediamo cosa bisogna fare.

Occorrente
Avocado
Arancia
Pompelmo
Olio d’oliva
Sale (o zucchero)

Con un coltello seghettato, almeno bene affilato togliete oltre alla scorza anche la pellicina trasparente che copre gli spicchi sulla circonferenza del pompelmo. Tenendovi sopra una terrina, pelate a vivo anche gli spicchi, introducendo la lama di un coltellino tra la polpa di ogni spicchio e la pellicola che lo divide da quello vicino.

Fate cadere, man mano gli spicchi pelati nella terrina. Adesso, ripetete la stessa identica operazione anche con l’arancia. Prendete quindi l’avocado, e dopo averlo lavato, tagliatelo in quattro per lungo eliminando il nocciolo, pelate gli spicchi, tagliateli per il largo in fette piuttosto larghe.

Unitele agli spicchi di pompelmo e d’arancia, quindi cospargete con poco sale e, a vostro gradimento, unite l’olio e mescolate subito delicatamente. Servite in grossi calici o in mancanza in coppette di macedonia. Se al posto del sale e dell’olio aggiungi un paio di cucchiaini di zucchero, potrete servire come dessert.

Come Preparare Crema al Melone

La crema al melone è un dessert che può essere servito da solo dopo un pasto, oppure associato ad un dessert a base di frutta anche come merenda, ideale anche per i più piccoli.

Ottimo nei periodi caldi, questa crema può essere conservata in frigo per due giorni, e non va mai congelata. Non è ideale per le diete dimagranti.

Occorrente
1 melone
100 grammi di zucchero a velo
Mezzo limone
2 decilitri di panna
Violette candite

Prendere un melone abbastanza grande e tagliarlo in due parti. Eliminare tutti i semi, eliminare la buccia e le parti dure del melone. Mettere il melone in un frullatore da cucina, in due volte, e tritarlo molto finemente, finché questo diviene purea liscia e non ci saranno più parti grandi e dure. Mettere questa purea in una bacinella.

Aggiungere alla purea di melone cinquanta grammi di zucchero a velo setacciato con un colino, spremere mezzo limone e aggiungerlo alla purea. Mescolare bene con una frusta di acciaio oppure con uno sbattitore elettrico. In un’altra bacinella, sbattere con uno sbattitore due decilitri di panna per dolci con cinquanta grammi di zucchero a velo.

Quando la panna sarà diventata soda e compatta, aggiungerla pian piano alla purea di melone precedentemente preparata. Aggiungerla poco per volta e amalgamare bene il composto che dovrà risultare abbastanza denso. Versare la crema in quattro coppette lisciando la superficie. Quando dovrà essere servita, decorare con violette candite.

Come Preparare Liquore di Gelsi

Appena arriva il periodo estivo, molti nostri alberi si riempiono di bacche e frutti. Gli alberi di gelsi mori sono alberi mastodontici e quando iniziano a produrre, ti danno tante soddisfazioni per l’enorme produzione.

Di solito chi ha un albero di gelsi mori, raccoglie i primi gelsi e poi stanco li lascia cadere per terra perchè non sa cosa farne. Con la mia guida potrai preparare un liquore speciale.

Occorrente
Gelsi mori
Acqua
Zucchero
Damigiana
Alcool

Inizia a raccogliere i gelsi dall’albero, raccoglierai i più maturi e cioè quelli neri neri, attenzione a non raccogliere quelli rossastri perchè ancora non sono maturi e hanno pochissimo succo. Vai sotto l’albero con una coppa di plastica con un paio di forbici, una maglietta vecchia e dei guanti di plastica leggeri (usati nei supermercati per scegliere la frutta), perchè se possiedi un alberi di gelsi mori, saprai che i gesi maturi schizzano succo nero ovunque e questo succo macchia maledettamente tutto.

Con una mano tieni la coppa sotto l’albero e con l’altra tagli i gelsi uno ad uno con le forbici evitando di far cadere nella coppa anche il picciolo. Prendi un chilogrammo di gelsi, controlla che vicino non ci siano insetti, escrementi ecc., mettili in una damigiana a bocca larga di capienza cinque litri, versa dentro due litri di alcool a 95°, agita bene benino e metti la damigiana in una parte al buio con un piattino che copre la bocca.

Ogni giorno per quindici giorni dovrai agitare la damigiana due volte al giorno. Dopo quindici giorni, farai uno sciroppo composto da due litri di acqua ed 1, 4 kg di zucchero, li porterai ad ebollizione ed una volta freddo lo verserai nell’alcool con i gelsi. Riempi una bottiglia da litro e metti in frigo perchè va servito freddo, e se ti fa piacere prendi dal fondo della damigiana i gelsi e servili agli ospiti prima dei dolci.

Come Lavare i Vetri con i Giornali

Risulta essere sempre piacevole avere dei vetri puliti e splendenti. Bastano semplici accortezze per ottenere un’ottima pulizia con costi veramente minimi e con un pizzico di costanza, in modo anche di non fare troppa fatica per le volte successive in cui sarà necessario ripetere l’operazione.

Oggi sono disponibili strumenti che permettono di automatizzare questo tipo di operazione, come questi robot lavavetri, ma è possibile eseguire la pulizia utilizzando semplici fogli di giornali. Vediamo come fare.

Per iniziare, bisogna preparare molti fogli di giornali, che possono essere recuperati in modo semplice in casa.
Per fogli di giornali, come quotidiani, bisogna tagliare ogni pagina a metà, nel caso in cui risulti essere troppo grande. Una volta fatto questo, è necessario creare con ogni foglio di giornale delle palle, accartocciando bene il foglio stesso.

A questo punto, è necessario preparare un secchio di acqua leggermente calda o tiepida ed immergere ogni foglio di giornale appallotolato in modo da ammorbidirlo.
Se possibile, è consigliabile aggiungere anche qualche spruzzo di solvente per lavare i vetri, come il Vetril, che può essere comprato in qualsiasi supermercato o centro commerciale a prezzi modici.

Una volta fatto questo, bisogna impugnare ogni singolo appallottolato ed inumidito ed iniziare a pulire la superficie di vetro, eseguendo movimenti circolari ed energici.
Lavare bene i vetri sia all’interno che all’esterno. Farli infine asciugare naturalmente, senza passare un panno di stoffa, visto che questo causerebbe il deposito di piccole particelle di tessuto e conseguente opacizzazione del vetro.