Browse Author: La Notte Bianca della Scuola

Come Costruire Geometricamente un Rombo

Il rombo è una figura geometrica caratterizzata dall’avere 4 lati tutti di uguale misura, e paralleli, tra loro, a due a due. Vediamo, in questa semplice e breve guida, come procedere con la sua costruzione geometrica, in modo semplice ed abbastanza veloce.

Traccia il segmento (di misura a piacere o data) “AB”, individuando così quella che sarà una delle due diagonali del rombo che andrai a costruire. Tracciato il segmento, procedi calcolando la posizione del suo punto medio “C”. A questo scopo prendi il compasso ed aprilo con apertura maggiore ad un’ipotetica metà del segmento stesso.

Traccia una semicirconferenza puntando in “A”. Centra poi in “B” e traccia la seconda semicirconferenza. Individui, così, i punti “1” e “2”. Uniscili tra loro con un segmento, che interseca “AB” nel punto “C”. Questo è il punto medio cercato. Per comprendere bene il tutto, fai riferimento alla seguente immagine.

Individua su questa linea appena tracciata un punto a piacere, denominandolo “D”. Prendi il compasso e puntalo su “C” con apertura “CD”, e traccia la circonferenza che interseca in un ulteriore punto la retta passante per il punto medio. Identificalo come “E”. Unisci “A” con “D”, “D” con “B”, “B” con “E” ed “E” con “A” ed hai così costruito il rombo.

Come Realizzare Fiori di Carta

Dolci petali di fiori colorati e multiformi, allieteranno le vostre giornate trasmettendoti una sensazione di freschezza, che non puoi annusare, ma puoi avvertire, solo guardando la lucentezza sgarciante dei loro colori. Questa è l’impressione che avrai, unicamente osservando questi magnifici fiori, godendo della personale soddisfazione che a realizzarli sei stata proprio tu, con la tua abilità e il tuo impegno. Puoi anche regalarli ai tuoi migliori amici per un’occasione speciale. Farai un’ottima figura. Ecco come realizzare i fiori con la carta crespa.

Per realizzare il girasole, taglia due strisce di carta crespata di diverso colore lunghe quanto la circonferenza del sottovaso e alte circa 5 cm. Taglia altre due strisce della stessa lunghezza di colore più scuro che superi l’altezza del sottovaso di 2 o 3 cm. Taglia, inoltre, un quadrato di cartoncino bristol. Esso costituirà la base su cui alla fine andrai ad incollare il girasole.

Piega a metà la carta crespa, opportunamente tagliata, sotto forma di strisce abbastanza lunghe (1 metro all’incirca). Dopo averle piegate a metà, ripiegatele stavolta a forma di fisarmonica e sovrapponetele. Usate strisce differenti, una gialla e l’altra arancione, per creare il girasole. Ripiega nuovamente a metà le strisce.

Con un paio di forbici, fai sulle strisce colorate dei tagli in modo da creare delle frange. Rifinisci l’ultima striscia a frangia sul versante interno, fermandola con dei punti metallici così come ferma con dei punti metallici il bordo delle strisce. Incolla il girasole sul cartoncino bristol del colore che preferisci. Hai creato ad arte un piccolo “quadro”.

Come Costruire Pad per la Batteria Elettronica

Le batterie elettroniche sono degli strumenti affascinanti ma che hanno un certo costo, non sempre alla nostra portata. Ma non perderti d’animo. Questa guida ti mostra come realizzare, in pochi passi dei pad per batteria elettronica in tutto e per tutto simili a quelli disponibili nei negozi.

Ciò di cui hai bisogno sono dei trigger: essi traducono la vibrazione in un segnale che viene inviato alla centralina, che a sua volta lo convertirà in un suono. Se cerchi sui principali negozi presenti online ti accorgerai che uno di questi dispositivi elettronici costa circa due euro: un prezzo tutt’altro che proibitivo!

Ora prendi 1 trigger appena acquistato e poggialo su di una tavoletta di legno, quindi stendi sopra questo uno strato di gomma para. Collega tramite un jack l’uscita del trigger ad una centralina e il gioco è fatto! Il tuo pad è praticamente pronto: ogni colpo prodotto sulla tua tavoletta verrà convertito in un suono.

Tuttavia, prima d’incollare il trigger al legno e fissarlo una volta e per tutte, devi scegliere la sua collocazione ideale. Ti sconsiglio di posizionarlo al centro della tavoletta in quanto colpendo la gomma posta sopra di esso tenderesti a non ottenere una risposta dinamica fedele. E’ preferibile collocare quindi il trigger ai margini del nostro pad. Una volta scelta la sua posizione puoi finalmente incollarlo e procedere a sua volta a fissare definitvamente la gomma para sulla tavoletta.

Come Costruire dei Giochi per i Furetti

Il furetto è un piccolo animale che ama giocare e divertirsi anche con voi. Quando però non avete tempo da dedicargli, potreste realizzare dei semplicissimi giochi che possono farlo divertire anche in vostra assenza. Nella guida di seguito qualche consiglio per la semplice realizzazione.

Prendete delle scatole di cartone e realizzate tanti piccoli buchi sulla superficie, quindi aprite una sorta di porticina a scomparsa in cui il furetto potrà passare e infilate all’interno del cibo. Il furetto sentirà l’odore e sfiderà se stesso, divertendosi nel trovare la soluzione per potere entrare dentro la scatola a raccogliere il cibo.

Potete anche realizzare (se siete capaci a cucire) un tappeto con delle tasche abbastanza grandi e applicare sopra (cucendoli), dei tubi in cui potrà nascondersi e infilarsi. I furetti adorano scomparire e riapparire. Anche le tasche possono essere considerate divertentissimi luoghi per giocare a nascondino.

In alternativa, si trovano in commercio, nei migliori negozi di animali, i cosiddetti kong. Si tratta di palline di gomma bucherellate che contengono cibo. Nel modo di farle girare e rigirare, il cibo uscirà e il furetto si divertirà a svuotarlo, nutrendosi! Inoltre potete trovare anche dei gustosi giochi commestibili al gusto di carne.

Come Costruire le Question Tag in Inglese

Le espressioni italiane “vero?”, “non è vero?”, “sei d’accordo?”, “non sei d’accordo?”, che servono per chiedere consenso o conferma rispetto a quanto detto nella frase precedente, vengono rese in inglese con le cosiddette question tags. Questa guida si propone di spiegare come costruirle correttamente in presenza di qualsiasi forma verbale.

Le question tags sono poste alla fine di una proposizione principale e si costruiscono in modi differenti, a seconda della forma verbale utilizzata nella frase principale. In particolare, dopo una frase affermativa, che contiene un verbo ausiliare o modale, dovrai costruire la question tag relativa ripetendo il verbo della principale, alla forma negativa contratta ed usando il pronome personale soggetto corrispondente al soggetto della principale.

Degli esempi ti renderanno tutto più chiaro: “Miss Bell is the new secretary, isn’t she?” (La signora Bell è la nuova segretaria, non è vero?); “He should be here by now, shouldn’t he?” (Dovrebbe essere già qui, non è vero?). In assenza di ausiliari o modali nella principale, devi ricorrere all’uso di do/does o di did, a seconda dei tempi verbali. Esempi: “Mr Johnson works as a bank clerk, doesn’t he?” (Il signor Johnson lavora come impiegato di banca, non è vero?); “He told the truth at last, didn’t he?” (Ha detto la verità finalmente, non è vero?).

Se, invece, il verbo della proposizione principale è alla forma negativa, dovrai costruire la question tag corrispondente, ponendo il verbo alla forma affermativa.Presta molta attenzione, perchè il tempo del verbo ed il pronome personale soggetto devono essere gli stessi della frase principale. Anche in questo caso, degli esempi ti chiariranno tutto: “You won’t go if it rains, will you?” (Non andrai se pioverà, vero?); “Bill, you didn’t stop at the baker’s, did you?” (Bill, non ti sei fermato dal fornaio, vero?”).

Va sottolineato come, nel primo esempio dello step precedente, sia stato usato il verbo al tempo futuro. Nota come sia stato ripetuto nella question tag soltanto l’ausiliare will. Ora, verranno indicati dei casi particolari, che puoi incontrare facilmente sia nell’inglese scritto che in quello parlato. Per esempio, la question tag corrispondente a I am è aren’t I?. Esempio: “I’m a good swimmer, aren’t I?” (Sono un buon nuotatore, non è vero?).

Un altro caso particolare, si ha quando la frase principale è introdotta da there. Fai molta attenzione, perchè dovrai ripetere there con funzione di soggetto nella question tag. Esempio: “There weren’t many people at the concert, were there?” (Non c’era molta gente al concerto, vero?). Inoltre, in presenza di parole di significato negativo quali barely (a malapena), hardly (appena, poco), never (mai), scarcely (appena, a malapena), seldom (raramente), nobody (nessuno), nothing (niente), ecc…, la question tag è affermativa.

Anche in questo caso, un esempio ti chiarirà tutto: “He was really upset! He could hardly speak, could he?” (Era veramente scosso! Poteva appena parlare, vero?). Ancora, quando il soggetto della frase principale è un pronome indefinito composto riferito a persone, come soggetto della question tag devi usare il pronome personale they. Esempio: “Everyone seems to be tired today, don’t they?” (Ognuno sembra essere stanco oggi, non è vero?).

Molto interessante.