Browse Author: La Notte Bianca della Scuola

Come Decorare la Ceramica con Tecnica della Filettatura

La filettatura è una tecnica decorativa che viene spesso usata per quel che riguarda la decorazione delle maioliche. Si effettua principalmente con un pennello e con una torniella, ma non solo. Qui troverai tutte le informazioni utili al tuo caso.

Se vuoi effettuare la filettatura devi poggiare il pezzo da decorare su un tornio per ceramica che deve essere azionato a mano, poi mentre fai girare il pezzo di argilla devi tenere fermo il pennello sulla zona che intendi decorare. In questo modo riuscirai a ottenere delle linee molto precise che possono risultare sottili o grosse.

Per effettuare la filettatura non tutti i pennelli vanno bene, io ti consiglio di procurarti un pennello morbido che abbia possibilmente una riserva. Taglia le setole di questo pennello a metà dallo loro lunghezza e lascia intatte solo le setole centrali del pennello. In questo modo la parte superiore funge da riserva per le setole più lunghe.

Con la filettatura puoi facilmente definire linee e spazi in base al tipo di tratto che riesci a ottenere, Cambia diverse volte i pennelli e i colori, che devi sempre avere a portata di mano. Quando hai finito di decorare, devi far essiccare il tutto e poi solo dopo aver fatto seccare tutto, puoi cuocere il pezzo a circa 900 gradi.

Come Cucinare Spaghetti ai Funghi

Gli spaghetti ai funghi sono un piatto che, pur nella sua semplicità, lascia il palato più che soddisfatto. Questo piatto è preferibile nel periodo autunnale, perché è in questo periodo che ci sono funghi freschi e più buoni. Per prepararlo, useremo in particolare i funghi Finferli.

Occorrente
320 gr di spaghetti
1 cespo di scarola
2 scalogni
1 spicchio d’aglio
400 gr di funghi Finferli
4 cucchiai di olio d’oliva
Sale
Pepe

La quantità degli ingredienti selezionati è valida per circa quattro persone. Per prima cosa, puliamo i funghi ed eliminiamo la parte terrosa, laviamoli in acqua fredda e asciughiamoli. Mettiamo due cucchiai di olio in una padella antiaderente, dove rosoleremo i funghi per cinque minuti, quindi scoliamoli e manteniamoli in caldo (ad esempio, nel forno a microonde, con la funzione indicata per tenere in caldo i cibi). Sbucciamo l’aglio e gli scalogni. Tritiamo gli scalogni e puliamo la scarola, laviamola e spezzettiamola con le mani.

Facciamo bollire tre litri d’acqua, dove verseremo la scarola. Mescoliamo e facciamo riprendere l’ebollizione, poi lessiamo gli spaghetti per circa otto minuti (o per il tempo indicato sulla confezione). Scaldiamo l’olio rimasto in una padella e qui facciamo rosolare l’aglio e gli scalogni per due minuti. Aggiungiamo i funghi e mettiamo un pizzico di sale, quindi togliamo l’aglio.

Scoliamo gli spaghetti e la scarola, tenendo da parte mezzo bicchiere dell’acqua di cottura, e facciamo insaporire a fuoco vivace per un minuto. Suddividiamo gli spaghetti in quattro parti, mettiamoci anche un po’ di pepe. Inoltre è possibile aggiungere anche un po’ di prezzemolo. Infine, possiamo servire.

Come Determinare la Tipologia di una Proposizione Categorica

Una proposizione categorica, nella logica classica, è un’espressione linguistica che afferma qualcosa a proposito di una categoria, cioè di un insieme di persone, oggetti, animali, ecc. Nella guida scopriamo i criteri attraverso i quali possiamo determinare la tipologia di una proposizione di questo tipo.

Una proposizione categorica è un’espressione composta dalla parola Tutti / Nessuno / Alcuni seguita dal nome della categoria (ad esempio i ‘calciatori’), dal predicato nominale nella forma sono / non sono / è / non è e terminata da un nome o aggettivo, che frequentemente è interpretabile a sua volta come un’altra categoria, come nelle espressioni Tutti i calciatori sono atleti e Tutte le modelle sono alte. Devi quindi, per prima cosa, riconoscere nell’espressione analizzata la struttura tipica, sopra descritta, di una proposizione categorica, per poi analizzarla nei dettagli costitutivi e quindi classificarla.

Esamina la prima parola della proposizione, se essa coincide con la parola Tutti o Tutte sei di fronte ad una proposizione Universale, ma per completare l’analisi devi verificare se il verbo essere è nella forma positiva oppure negativa. Nel primo caso puoi determinare che la tipologia è Universale affermativa (ad esempio Tutti i calciatori sono atleti), nel secondo caso la proposizione è Universale negativa (come nell’esempio Tutti le vocali non sono consonanti).

Se la prima parola che ottieni dall’analisi della proposizione è Nessuno o Nessuna e il verbo essere è nella forma positiva puoi classificarla senza ulteriore indugi come Universale negativa, come nell’espressione Nessun numero pari maggiore di 2 è un numero primo. Quindi hai constatato che ci sono almeno due forme linguistiche valide per una proposizione Universale negativa, a seconda che venga usata come prima parola Tutti o Nessuno.

Proseguendo nell’analisi strutturale dell’espressione linguistica da valutare, devi verificare se la prima parola invece è Alcuni / alcune (analogo discorso per la parola Qualche). Ti trovi in questo caso infatti davanti ad una proposizione Particolare, ma non sai ancora se affermativa o negativa. Per scoprirlo ti sarà utile vedere se il predicato nominale è in forma positiva (ad esempio Alcuni stranieri sono cinesi) oppure in forma negativa (come nell’esempio Alcune donne non sono maestre). Nel primo caso puoi concludere che si tratta di una proposizione Particolare affermativa, nell’altro di una Particolare negativa.

Come Fare Ghiaccio in Casa

In questa guida spieghiamo come fare il ghiaccio in casa senza bisogno della macchina del ghiaccio.

Occorrente
Un teglia di allumino
Un coltello
Un batticarne
Sacchetti per congelatore

Procedimento
Versare acqua nella teglia fino a raggiungere una altezza di circa quattro cm e chiudere con una pellicola trasparente.
Posizionare la teglia nel congelatore e lasciarla fino a quando l’acqua si sarà congelata.

A questo punto è possibile preparare il piano da lavoro per rompere il ghiaccio.
Prendere una spugna piatta umida e disporla sotto l’asse di legno per evitare che questo si muova.
Appoggiare un canovaccio sopra l’asse per migliorare la stabilità della teglia.

Appoggiare la teglia sopra il canovaccio
Rompere il ghiaccio con il coltello e il batticarne a metà, per il lungo.
Rompere il ghiaccio in senso trasversale, della larghezza che si vuole che siano i nostri cubetti di ghiaccio.

Adesso con l punta del coltello, con colpi decisi ma delicati, andremo a creare i nostri cubetti.
Ogni volta che darete un colpo col batticarne sul coltello, facendo attenzione a non esagerare con la forza, altrimenti si rischia di bucare il fondo della teglia.

A questo punto è possibile riempire i sacchetti e metterli immediatamente nel congelatore.

Come Decorare Tende e Porte con i Tappi delle Bottiglie

In questa guida ti insegnerò a creare un decoro per porte o finestre, utilizzando i tappi per le bottiglie. Risulta essere ideale per chi vuole qualcosa di originale e che crei un piacevole suono quando si passa. Io la consiglio vivamente come entrata in un bar, sicuramente farà incuriosire i clienti, ed inoltre per un barista procurarsi tutti questi tappi, sarà molto più semplice.

Occorrente
Tappi delle bottiglie
Pinze
Spago
Listarella di legno
Trapano
Vernici

Per prima cosa, dovrai procurarti una listarella di legno (la lunghezza deve essere leggermente più larga della finestra o porta su cui vuoi applicare la tenda). Ora pratica con il trapano dei buchi da parte a parte, a distanza di 5 cm l’uno dall’altro circa. Quindi con le vernici colora la listarella del colore che più preferisci.

Ora fai passare lo spago nel primo foro della listarella, quindi prendi dei tappi di bottiglia, in questo caso solo quelli di plastica dura, poi fora il centro con il trapano. Dopodiché prendi le grette delle bottiglie, ed aiutandoti con una pinza piegali a conchiglia, ma non del tutto, quindi lascia un pò di spiraglio.

Adesso fai passare lo spago nel primo foro della listarella e taglia lo spago della lunghezza che ti serve. Fai passare lo spago in alcuni tappi con il foro al centro ed alternali alle grette delle bottiglie, questi vanno pinzati allo spago, facendo pressione con le pinze. Procedi allo stesso modo negli altri fori. Monta la listarella, e la tenda è finita.