Come Conservare il Basilico

Il basilico può essere conservato per un periodo di tempo piuttosto lungo tramite congelamento o essicaazione.

Per congelare il basilico è possibile procedere nel seguente modo.
Lavare le foglie, scuotere l’eccesso di acqua e poi legarle a formare dei mazzetti.
I mazzetti vanno poi avvolti in una pezza leggera di cotone, come vecchi tovaglioli o garze.
A questo punto bisogna fare bollire del’acqua e gettarci i mazzetti per un minuto.
Passato il minuto, metterli in acqua ghiacciata per un altro minuto.
Toglierli quindi dal panno, scuoterli e porli in sacchetti di plastica adatti per il congelamento.
Mi raccomando, il sacchetto deve essere pieno.

Per essiccare il basilico è possibile procedere nel seguente modo.
Per quanto riguarda l’essiccazione all’aria, bisogna avvolgere le foglie lavate e asciugate in mazzetti in un panno di cotone e lasciarle appese in una stanza arieggiata.

L’essiccazione in forno prevede un altro procedimento.
Prima di tutto si lavano le foglie e si avvolgano in un tovagliolo o simile di cotone.
Poi si tolgono dalla pezza e si mettono, dopo averle strizzate bene, sulla griglia del forno a 50 gradi per un oretta.
Le foglie sono pronte quando sono grinzose.
A questo punto è possibile toglierle dal forno, sminuzzarle con un matterello e poi metterle in vasi con chiusura emetica o in sacchetti.
Meglio ancora se si dispone di una macchina sottovuoto, in modo da potere avere una conservazione perfetta.

Lascia un commento